Vicinissimo alla capitale, luogo prestigioso e panorami suggestivi : tali sono le Côtes de Carthage, dal nome di una delle più gloriose città antiche del Mediterraneo. Fondata dai Fenici, distrutta e poi ricostruita dai Romani, Cartagine è oggi una città alla moda. Nelle vicinanze, Sidi Bou Saïd è un raffinato villaggio le cui case bianche e azzurre si accalcano sul fianco della collina di fronte al mare.Vicino a questi luoghi ispirati si estendono le spiagge di Gammarth e La Marsa.

STORIA E POESIA

Il sito di Cartagine è sicuramente uno dei più belli del Mediterraneo. Ancora oggi rimaniamo affascinati dalla baia con i suoi riflessi turchesi, le case bianche circondate da cipressi, e in lontananza la sagoma del monte Boukornine che si staglia nella nebbia. Scopri frammenti di storia a caso dalle strade della moderna Cartagine: i resti della basilica di San Cipriano a picco sul mare, le case cartaginesi del quartiere Magon, i Porti punici dove regna una serenità sorprendente… Poi sali per le strade acciottolate del famoso villaggio vicino, Sidi Bou Saïd, tra moucharabieh blu, buganvillee rosa e volute in ferro battuto. Fai una pausa al Café des Nattes per la sua atmosfera tradizionale. Contempla il meraviglioso paesaggio marino dal caffè Sidi Chabaane, dal faro o dal vecchio cimitero. Molti artisti hanno scelto di vivere in questo villaggio ispirato. Nelle vicinanze, La Marsa e il suo lungomare così come Gammarth e le sue lunghe spiagge attirano gli abitanti di Tunisi in cerca di luoghi di relax.

CULTURA E VITA NOTTURNA

Il sito di Cartagine è iscritto nella Lista del Patrimonio Mondiale dell’Unesco e merita una lunga visita. L’accumulo di resti su un’area immensa permette di immaginare la città antica: cisterne d’acqua con una capacità di 60 milioni di litri, gigantesche terme romane, stile di vita raffinato. Al Museo Archeologico scoprirete l’arte ei riti religiosi della Cartagine punica. Oggi Cartagine e le città vicine rimangono centri di cultura con numerose gallerie d’arte. Spettacoli e concerti si tengono all’Acropolium (vecchia cattedrale), al palazzo medievale Abdelliya, nella casa del barone d’Erlanger. La regione è anche dedicata al tempo libero: hotel sul mare, sport acquatici, centri di talassoterapia, due campi da golf, porto turistico di Sidi Bou Saïd. La vita notturna è ricca: ristoranti, lounge, discoteche, festival jazz (Jazz a Cartagine) e musica classica (musical di ottobre). In estate, l’antico teatro ospita spettacoli internazionali durante il Festival Internazionale di Cartagine.

RAFFINATEZZA CULINARIA

Ex località della borghesia di Tunisi e della famiglia Beylical, le Côtes de Carthage sono una delle regioni più famose della Tunisia per la gastronomia. L’autentica tradizione culinaria della capitale resta qui sotto i riflettori. Assaggiate ad esempio il kabkabou, pesce bollito con olive e limone candito. Come antipasto, assaggiate la tajine tunisina – frittata densa con verdure e formaggio, simile alla tortilla spagnola – e l’insalata mechouia – pomodori e peperoni grigliati e schiacciati. A Sidi Bou Saïd, Cartagine o La Marsa, la scelta dei ristoranti è ampia. Puoi gustare ricette tradizionali tunisine in un ambiente di palazzo ottomano, cucina mediterranea creativa in un ristorante chic con vista sul mare, snack accompagnati da cocktail in un bar alla moda o buoni piatti italiani in un’atmosfera rilassata. Quando visiti Sidi Bou Saïd, concediti un bambalouni, una grande ciambella calda a forma di anello, poi bevi un tè alla menta e pinoli al famoso Café des Nattes.

CARTHAGE, CITTA’ FARO DELL’ANTICHITA’

Cartagine fu fondata dalla regina fenicia Elyssa, conosciuta anche come Didone. Una delle più potenti metropoli dell’antichità, estese il suo dominio alla Sardegna e alla Spagna. A lungo rivali dei Greci, i Cartaginesi (noti anche come Punici) erano ottimi navigatori, commercianti e abili agricoltori. Ma nonostante le vittorie del famoso generale Annibale, i romani conquistarono Cartagine e ne fecero una delle città più sontuose del loro impero. In seguito vi studiò sant’Agostino, uno dei padri della Chiesa d’Occidente. Al museo di Cartagine conoscerete la civiltà punica: statuetta del dio Baal seduto in trono, maschere in terracotta, stele incise recanti il ​​misterioso “segno di Tanit”. Sul sito stesso vedrai gli antichi porti interni punici, resti di case e il santuario chiamato Tophet. Quanto ai numerosi resti romani, testimoniano un’eccezionale raffinatezza.

CASE E PALAZZO DI SIDI BOU SAÏD

A Sidi Bou Saïd, le porte sono il sorriso delle case. Dipinte di blu o giallo acceso, arcuate o rettangolari, incorniciate in pietra scolpita, ceramica o marmo bianco e nero… ognuna ha il suo stile. I più belli sono decorati con grandi chiodi neri abilmente disposti in stelle, rosette, a forma di cipresso o di pesce. Durante la tua passeggiata, non esitare a lasciare la via principale per esplorare i vicoli: ad ogni passo, una nuova porta ti sorprenderà. Sidi Bou Saïd era un tempo il luogo di vacanza preferito dalle famiglie privilegiate di Tunisi. In riva al mare, hanno ricostruito il loro stile di vita raffinato sotto la protezione della tomba di Sidi Abou Saïd, un sant’uomo del XIII secolo. Dietro i muri semplicemente imbiancati a volte si nascondono veri e propri palazzi. Uno di questi è stato costruito da un europeo innamorato del villaggio nel 1912, il barone Rodolphe d´Erlanger; trasformato in museo, oggi ospita concerti. Altre case sono diventate gallerie d’arte o pensioni.